Commonwealth Bank consentirà il trading di criptovalute per 6.5 milioni di australiani, "altre banche seguiranno"

La CBA ha specificato che aiuterà 10 criptovalute nella sua applicazione finanziaria, tra cui Bitcoin, Ethereum, Bitcoin Cash e anche Litecoin

Commonwealth Bank per consentire il trading di criptovalute per 6.5 milioni di australiani, "seguiranno altre banche"

Viene costituita la Commonwealth Bank of Australia (CBA) per lanciare soluzioni di trading di criptovalute per i 6.5 milioni di clienti della sua applicazione CommBank.

La CBA diventerà la prima banca in Australia ad assistere le criptovalute, e anche Blockchain Australia afferma che è "inevitabile" che le varie altre "quattro grandi" banche costituite da National Australia Bank (NAB), Australia e anche New Zealand Banking Group (ANZ) e anche Westpac faranno presto lo stesso.

Secondo una dichiarazione del 3 novembre, la CBA ha effettivamente collaborato con l'exchange di criptovalute Gemini e anche con la società di valutazione blockchain Chainalysis per lanciare le sue soluzioni crittografiche. La banca lancerà un progetto pilota per una minima varietà di consumatori nelle prossime settimane, prima di presentare il progetto completo nel 2022.

Dieci criptovalute saranno sostenuti nella sua applicazione finanziaria, con Bitcoin (BTC), Ethereum (ETH), Bitcoin Cash (BCH) e anche Litecoin (LTC) chiamati in questa fase.

Steve Vallas, CEO di Blockchain Australia, ha informato CryptoPumpNews che questa azione è stata "straordinariamente importante" in quanto le grandi 4 banche in Australia "sostegnono la nostra reputazione nazionale e internazionale come destinazione di servizi finanziari".

Vallas pensa che il rapido sviluppo e anche la promozione delle criptovalute abbiano "spostato il rischio di mantenere un approccio attendista" agli occhi delle grandi banche a un pericolo di "inazione" e anche di essere lasciati. Vallas pensa che sia solo una questione di tempo prima che le varie altre importanti banche australiane rilascino le proprie soluzioni crittografiche.

“È inevitabile che le altre banche seguano l'esempio. Sta emergendo chiarezza nel panorama normativo locale con questioni come le licenze che vengono affrontate direttamente dall'industria e dai governi. Che gli impedimenti all'azione e alla partecipazione vengono rimossi”, ha affermato.

Caroline Bowler, CEO dell'exchange di criptovalute regionale BTC Markets, assomigliava a credenze simili a Vallas, tenendo presente che "con la regolamentazione in vista e la più grande banca del paese che lo consente, le porte sono ora aperte per un maggiore appetito dalla finanza tradizionale".

Dave Abner, Global Head of Business Development di Gemini, ha affermato che la sua azienda era "orgogliosa" di avere a che fare con CBA per lanciare soluzioni crittografiche leader a livello mondiale.

  Vitalik Buterin condivide prospettive positive sulla creazione di criptovalute

"La crescita esponenziale delle risorse digitali a livello internazionale, insieme alla sicurezza di livello istituzionale e all'approccio normativo proattivo di Gemini, posiziona questa partnership per stabilire un nuovo standard per banche e piattaforme finanziarie in Australia e in tutto il mondo", ha affermato.

Tuttavia, non tutti sono rimasti soddisfatti della collaborazione di CBA, con Adrian Przelozny, CEO dell'exchange di criptovalute australiano Independent Reserve, che ha rivelato il suo scoraggiamento per la banca che collabora con una società estera.

“È deludente che la CBA sia andata con un giocatore d'oltremare e non si sia affatto impegnata con giocatori locali. Ora contatteremo le altre banche australiane", ha affermato Przelozny.

Cointelegraph ha riferito il 15 ottobre che Allan Flynn, un professionista di Bitcoin con sede a Canberra, ha risolto il suo primo reclamo presso l'ACT Civil e anche il tribunale amministrativo contro l'ANZ per averlo de-banking nel 2018 e anche nel 2019 a causa del suo lavoro come cambio di valuta digitale (DCE).

Sebbene l'ANZ abbia rifiutato qualsiasi tipo di obbligo, la banca gli ha fornito la possibilità di richiedere nuovamente un conto corrente, raccomandando che la banca sia molto più aperta alle criptovalute rispetto a 2 o 3 anni prima. Anche Flynn ha una situazione simile rispetto a Westpac ricorrente.

Commentando le informazioni di oggi, Flynn ha informato CryptoPumpNews che il panorama delle criptovalute in Australia si sta rapidamente trasformando:

"Sono qui solo per discutere i miei legittimi diritti umani e sperare che faccia la differenza", ha incluso.

Ogni trader che scambia criptovaluta sull'exchange Binance vuole conoscere l'imminente aumento del valore delle monete al fine di realizzare enormi profitti in un breve periodo di tempo.
Questo articolo contiene istruzioni su come scoprire quando e quale moneta parteciperà alla prossima “Pump”. Ogni giorno, la comunità su Canale di Telegram Crypto Pump Signals for Binance pubblica quotidianamente alcuni segnali gratuiti sull'imminente "Pump" e rapporti su "Pumps" di successo che sono stati completati con successo dagli organizzatori della comunità VIP.
Questi segnali di trading aiutano a guadagnare dal 5% al 45% di profitto in poche ore dall'acquisto delle monete pubblicate sul canale Telegram”Crypto Pump Signals for Binance”. Stai già realizzando un profitto utilizzando questi segnali di trading? In caso contrario, provalo! Ti auguriamo buona fortuna nel trading di criptovalute e desideriamo ricevere lo stesso profitto degli utenti VIP di Crypto Pump Signals for Binance .
Alex Sanders/ autore dell'articolo

Esperto in marketing e gestione di progetti di investimento, analista finanziario. Commerciante di criptovalute, consulente privato, nonché autore di numerosi articoli analitici sul lavoro efficace nel mercato delle criptovalute.

Segnali di Binance Pump per le criptovalute
Lascia un Commento